Salisburgo, cosa vedere in giornata

ITINERARIO A PIEDI DI SALISBURGO

Lasciamo quindi la bella Monaco di Baviera, che non ha mancato di stupirci, e facciamo rotta verso l’Austria: in circa due ore raggiungiamo l’elegante Salisburgo che abbiamo intenzione di visitare in giornata. Come già specificato in un mio precedente post, ricordate che, come per la Svizzera, per circolare è necessario essere in possesso della vignetta autostradale austriaca.

DOVE PARCHEGGIARE A SALISBURGO

Gli angoli più suggestivi di Salisburgo si trovano tutti ai piedi della rocca su cui sorge la Festung Hohensalzburg. Come potrete ben immaginare il centro è interdetto alle auto, ma fortunatamente la città offre numerosi e comodi parcheggi.

Per la posizione strategica a pochi passi dal centro scegliamo il Mirabell Park ( Mirabellplatz 5b) che sorge proprio di fronte all’ingresso dei Giardini Mirabell. Il costo del parcheggio è nella media della maggior parte delle città turistiche europee, il totale da pagare all’uscita per 6 ore sarà sui 17 €. I cartelli assicuravano una spesa massima di 18€ al giorno.

COSA FARE E VEDERE A SALISBURGO

SACHER CAFE

Siccome arriviamo in mattinata a stomaco vuoto ci dirigiamo immediatamente verso il Sacher Café, la succursale principale del famoso Sacher Hotel di Vienna. All’ingresso ci accolgono degli impettiti camerieri e noi impazienti ordiniamo subito una fetta di originale Sachertorte guarnita con ciuffo di panna. Che ve lo dico a fare… il paradiso dei sensi. Quando parlo di collezionare emozioni, intendo anche questo. Ve la ricorderete per molto tempo, e 6,50€ saranno ben spesi.

salisburgo-cosa-vedere-sacher

 

MOZARTPLATZ

Ritemprati dalla Sachertorte ci dirigiamo verso il centro. Attraversiamo uno dei ponti sul fiume Salzach, un tempo importante via di commercio per il sale, in tedesco salz, da cui poi anche Salzburg, e ci ritroviamo subito nella bellissima Getreidegasse. Con le spalle al fiume dirigiamoci a sinistra, al termine della strada si aprirà una grande piazza con al centro la statua di Mozart.

 

salisburgo-cosa-vedere-mozartplatz

 

DOMPLATZ, IL DUOMO DI SALISBURGO

Spingiamoci ora sempre più ai piedi nella collina, attraversato un arco troveremo subito l’imponente Duomo di Salisburgo, un gioiello barocco di architettura ecclesiastica nel centro Europa. Si affaccia sulla Domplatz, dove solitamente stazionano carrozze per giri turistici della città. L’edificio detiene il triste primato di ben 6 incendi dalla sua costruzione nel 774. La piazza può ospitare 10000 persone.

 

salisburgo-cosa-vedere-duomo
Il Duomo di Salisburgo

 

KAPITELPLATZ E LA SHPAERA DI STEPHAN BALKENHOL

Attraversiamo ora gli archi dalla parte opposta da cui siamo arrivati e accediamo all’ennesima piazza. Qui il vostro sguardo sarà subito catturato dall’enorme sfera dorata sormontata da lla figura di un uomo in camicia bianca e pantaloni neri. Si tratta della scultura dell’artista Stephan Balkenhol.

La sfera, dal diametro di 5 metri e con un’altezza al netto della base in ferro battuto di 9 metri, è stata commissionata dalla Fondazione Salisburgo che mira ad abbellire gli spazi pubblici della città con opere di arte moderna. Di fronte alla sfera, sul lato opposto della piazza, completa l’opera la Frau im Fels, la donna nella roccia, incastonata in una nicchia del Toscanini Hof. Qui vedrete anche la bellissima fontana barocca di Nettuno.

 

salisburgo-cosa-vedere-kapitelplatz
La sfera dorata con il Duomo alle spalle.

 

salisburgo-cosa-vedere-kapitelplatz1
La Fontana di Nettuno in Kapitelplatz, in alto la Festung Hohensalzburg.

 

FESTUNGSGASSE – LA FUNICOLARE PER LA FORTEZZA

Su un lato della Kapitelplatz si snoda un piccolo vicolo in salita. Un’insegna carina che raffigura un trenino vi segnala la stazione della funicolare per salire alla fortezza. Vi verranno proposti 2 tipi di biglietto:

BASIC TICKET € 12.00: comprende biglietto a/r con la funicolare, visita con audio guida in italiano agli spazi interni, galleria, camera delle torture, torre di avvistamento, Toro di Salisburgo (un grande organo meccanico), Museo della Fortezza, Museo delle Marionette, Museo del Reggimento Rainer.

STANDARD TICKET € 15.20: comprende tutto quello menzionato nel BASIC TICKET più La stanza dei Principi e il Teatro Magico.

 

 

FESTUNG HOHENSALZBURG – LA FORTEZZA

E’ possibile anche acquistare soltanto l’ingresso alla Fortezza decidendo di raggiungerla a piedi, ma la differenza di prezzo è davvero minima e vale la pena provare la funicolare! Noi abbiamo optato per il Basic Ticket e abbiamo visto davvero un sacco di cose. L’audio guida in italiano è veramente ben fatta e mai noiosa, come accade purtroppo fin troppo spesso, dura circa 30-40 minuti. Comprende anche una sosta sul terrazzo, da cui ammirare il panorama della città. Al termine della visita con l’audio guida potrete visitare il museo, anche questo davvero ben fatto ed interessante, e le altre attrazioni comprese nel biglietto in tutta tranquillità.

 

salisburgo-cosa-vedere-hohensalzburg
Panorama su Salisburgo dalla fortezza

 

ABBAZIA DI SAN PIETRO

Proprio fuori l’uscita dalla stazione della funicolare troviamo alla nostra sinistra un cancelletto in ferro che da accesso al cimitero dell’Abbazia di San Pietro. Questo fu il primo monastero maschile sorto nell’area germanica. L’abbazia sorge tra Domplatz e la parete rocciosa del Monchsberg, proprio nella parete sono state scavate, ed è possibile visitarle, le catacombe paleocristiane di Salisburgo. La chiesa è molto bella, in una nicchia laterale si trova la tomba della sorella di Mozart.

 

salisburgo-cosa-vedere-abbazia-sanpietro
Dettaglio della volta dell’Abbazia di San Pietro

 

GETREIDEGASSE E CASA NATALE DI MOZART

Vagando per l’elegante dedalo di piazzette e vicoletti ritorniamo dunque in Getreidegasse, la strada famosa per le insegne dei negozi in ferro battuto, alcune risalenti al Medioevo, altre decisamente più recenti (come quelle del Mc Donalds o di Zara!). Su questa strada si affacciano tutte le eleganti boutique e i negozi di souvenir, che per lo più smerciano le ‘palle di Mozart‘, che altro non sono che golosi cioccolatini sferici con ripieno al pistacchio. Percorrendola vi troverete davanti ad un palazzo giallo addobbato con drappi dai colori austriaci. Si stratta della casa in cui nacque il famoso compositore Wolfgang Amadeus Mozart. La casa ora è un museo visitabile, 10€ il costo del biglietto, noi abbiamo sorvolato, quindi non vi so dire se meriti o meno, anche se voci ce l’hanno sconsigliata.

 

salisburgo-cosa-vedere-getreidegasse
Le meravigliose insegne in ferro battuto sulla Getreidegasse

 

salisburgo-cosa-vedere-casa-mozart
La casa in cui nacque Mozart

 

MIRABELLGARTEN

Terminando quindi il nostro tour di Salisburgo di ritorno verso il parcheggio accediamo al bellissimo giardino alla francese, aperto sulla suggestiva prospettiva del Duomo e della fortezza. Prendetevi un’oretta per godervi le splendide fontane e statue che popolano il giardino. Ingresso gratuito ai giardini, il palazzo purtroppo ad oggi non è visitabile.

 

salisburgo-cosa-vedere-mirabell-garden

 

SCHLOSS HELLBRUNN

A circa 2 km dal centro della città si trova il castello con annesso parco di Hellbrunn. Purtroppo il tempo minacciava pioggia e ci separavano ancora due ore da Innsbruck, base per l’ultima notte, quindi ce lo siamo persi. Se però voi avete tempo, visitatelo anche per me. Dev’essere un luogo meraviglioso immerso nella natura e a quanto pare, nella stagione estiva, vengono azionati dei divertenti giochi d’acqua commissionati nel 1600 dall’arcivescovo proprietario del castello, realizzati per sorprendere e far divertire gli ospiti.

 

 

DOVE MANGIARE A SALISBURGO

Proprio a fianco della casa natale di Mozart sorge un ristorante Nordsee, una sorta di catena di fast food molto diffusa sia in Germania che Austria. La sua particolarità è il fatto di servire soltanto piatti a base di pesce, che siano già pronti oppure da cucinare al momento. Presenti anche panini, il tutto a prezzi molto popolari.

Per i golosi di salsicce avevo scovato Hans W (Gstattengasse, 1). Non l’ho testato personalmente perché era chiuso, ma a quanto pare serve soltanto hot dog… la sua particolarità è il fatto che nel ristretto menù sia presente anche l’hot dog vegano, preparato a base di seitan e tofu! Prezzi sui 5 € al pezzo.

Altro luogo che secondo me meriterebbe per la sua particolarità e genuinità è l’Augustiner Bräustübl ( Lindhofstrasse, 7). Si tratta di una antica birreria tipica, è un po’ decentrata rispetto al resto. A quanto pare dalle 15 alle 23 ci si può servire di piatti tipici ai vari chioschi allestiti nei corridoi e poi accomodarsi nelle tavolate interne o esterne nella bella stagione.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *