itinerario-monaco-big
Germania

Due giorni a Monaco di Baviera – Giorno 1 – Itinerario del centro storico

DACHAU E IL CENTRO STORICO DI MONACO DI BAVIERA

Proseguendo il nostro programma tra Baviera e Austria, giungiamo quindi a Monaco di Baviera, dove ha inizio il nostro itinerario di due giorni. La prima tappa per un itinerario di due giorni è il memoriale di Dachau. Si trova in zona urbana XXL al contrario di tutte le altre cose interessanti, quindi vi conviene guidare fin là prima di lasciare l’auto per le prossime 48 ore. Se invece siete a Monaco di Baviera senza auto potete raggiungere il memoriale con la linea treno verde S2 direzione Petershausen fermata Dachau. Qui  prendete il bus 726 verso Saubachsiedlung fino a KZ-Gedenkstätte.

So che alcuni giudicheranno questo luogo un po’ macabro, ma credo che sia necessario conoscere, vedere, conservare per far sì che tutto quello che è stato anche Dachau non accada mai più, quindi ben venga l’allestimento di musei e luoghi della memoria aperti al pubblico.

Impostate il navigatore su Dachau, Alte Romerstrasse 75. Raggiungerete un quartiere residenziale, che in maniera quasi assurda, circonda il memoriale. C’è un parcheggio a pagamento (3€), ma anche nelle strade laterali troverete facilmente parcheggio libero.

Visita al Memoriale di Dachau

L’ingresso è gratuito, l’audio guida a pagamento. La potete ritirare all’Info point all’inizio del viale che vi condurrà all’ingresso. Noi vi abbiamo rinunciato, constatando poi che esistono diversi pannelli informativi, ma solo in tedesco e inglese, sia nel museo che nelle altre strutture.

Se vi interessa, alle 10.30 e alle 12 in lingua italiana, viene proiettato un interessante documentario di circa 30 minuti nell’edificio principale, la porta di fronte al monumento simile a filo spinato. Vi risparmierò le mie impressioni e sensazioni sul luogo, perché sarebbero davvero troppo ovvie. L’unica cosa che vi confesso è un forte senso di oppressione al petto per tutta la permanenza all’interno del memoriale.

Lasciate le riflessioni è il momento di dirigerci in città. L’idea è quella di parcheggiare l’auto nei pressi dell’hotel e sfruttare i mezzi efficientissimi per i prossimi due giorni.

Monaco di Baviera: la zona ambientale

Non conviene assolutamente addentrarsi alla guida per il centro, anche perché i parcheggi sono carissimi ed è necessario il bollino delle polveri sottili, a pagamento, per circolare nel centro di Monaco di Baviera. Il mio consiglio è quindi quello di trovare un hotel al limite della zona ambientale, di cui vedete il dettaglio nell’immagine qui sotto, e poi utilizzare la rete di mezzi pubblici.

zona-ambientale-monaco

Monaco di Baviera: dove alloggiare

Nuovo, economico e strategico è l’ IBIS München City Ost, in Berg-Am-Laim Strasse, proprio al limite della zona verde e facilmente raggiungibile dall’autostrada. Ha un parcheggio coperto a pagamento, ma si trova facilmente posto gratuitamente in strada, noi l’abbiamo lasciata proprio di fronte all’hotel.

Il quartiere è residenziale, tranquillo. Proprio accanto all’albergo trovate un bel supermercato, sempre utile per rifornimento di bottiglie d’acqua, che nei ristoranti e nei chioschi del centro fanno pagare a peso d’oro. A 2 minuti a piedi ecco la fermata del tram 19 linea rossa Schlusselbergstrasse che in 20 minuti vi porta dritti in centro.

COME MUOVERSI CON I MEZZI A MONACO DI BAVIERA

Qui apro una parentesi sull’argomento trasporti e cercherò di essere il più chiara possibile.

La città è divisa in zone concentriche, come potete ben vedere dalla cartina qui sotto (clicca sulla mappa per ingrandirla).

metro-zone-munich

La zona bianca, che si chiama Inner District, è quella che concentra il maggior numero di punti d’interesse che meritano di essere visitati in due giorni a Monaco di Baviera.

  • I biglietti si acquistano alle macchinette delle fermate in metro, o direttamente sul tram. ATTENZIONE! Sui convogli più vecchi del tram le macchinette accettano solo monete!
  • Il biglietto giornaliero è valido dalle 6.00 di mattina fino alla stessa ora del giorno dopo.
  • Ha validità solo se convalidato.
  • Il biglietto può essere utilizzato tutti i mezzi ovvero metro, tram e bus.
  • I bambini fino a 6 anni viaggiano gratis

Muoversi a Monaco di Baviera: le diverse tipologie di biglietto

  1. Single Day Ticket (valido per 1 adulto o 1 adulto + un bambino dai 6 ai 14 anni):
  • Inner District 1 giorno: 6,40 €
  • Inner District 3 giorni: 16,00 €
  • Monaco XXL 1 giorno: 8,60 €

2. Group Day Ticket (valido fino a 5 adulti o 10 bambini, in ogni caso ogni adulto vale 2 bambini dai 6 ai 14 anni):

  • Inner District 1 giorno: 12,20 €
  • Inner District 3 giorni: 28.20 €
  • Monaco XXL 1 giorno: 15,40 €

Ovviamente chi viaggia con il Group Ticket deve essere necessariamente sempre in gruppo!

Per un tour di 2 giorni vi conviene fare due Group Day Ticket Inner District per un totale di 24,40 €.

Come avrete notato le tariffe sono super convenienti, calcolando che permettono corse illimitate! Un biglietto singolo di corsa breve costa 1,40 €, valido per un massimo di 4 fermate, soltanto 2 sulla metro. Un biglietto di corsa singola su ogni zona costa 2,70 €.

ITINERARIO A PIEDI DI MONACO DI BAVIERA: LA MAPPA

Detto questo siamo quindi sul tram 19 diretto a Theathinerstrasse, la fermata più vicina a Marienplatz. Noi però proseguiamo per altre due fermate e scendiamo a Karlsplatz Nord, da dove inizierà il nostro itinerario a piedi del centro di Monaco di Baviera!

KARLSTOR

Iniziamo la nostra passeggiata attraversando il Karlstor, una delle antiche porte d’accesso alla vecchia città.

itinerario-monaco-karlstor1
L’arco della Karlstor, una delle antiche porte d’accesso alla città di Monaco di Baviera
MICHAELSKIRCHE

Poco più avanti troviamo già sulla sinistra la Michaelskirche, la chiesa dedicata a San Michele, che custodisce la tomba di Ludwig II di Baviera, il genio costruttore del Castello di Neuschwanstein. La tomba si trova nella cripta, che non rispetta gli stessi orari della chiesa, quindi potreste trovarla chiusa come purtroppo è successo a noi.

itinerario-monaco-michaelskirche
La statua di San Michele sulla facciata della Michaelskirche
FRAUENKIRCHE

Continuando nell’isola pedonale, sempre alla vostra sinistra, si stacca un vicolo che in pochi metri vi condurrà al cospetto della Frauenkirche, nota anche come cattedrale di Nostra Signora.

Oltre all’architettura maestosa, la chiesa custodisce una curiosa leggenda. All’ingresso si trova la cosiddetta impronta del diavolo. Si tratta dell’impronta di un piede umano dal cui tallone sembra sporgere uno sperone. Posizionando il piede su questa impronta e guardando l’altare maggiore non si vedono finestre.

Si narra che quando i lavori di costruzione furono terminati, il diavolo si introdusse furtivamente nell’edificio non ancora consacrato. Si rese conto che non esistevano finestre e scoppiò in una forte risata, pensando che fosse una costruzione davvero inutile. Era proprio nel punto in cui non si vedono finestre, quindi divertito si mise a saltare lasciando così la propria impronta sul marmo. Poco dopo però, facendo qualche passo avanti, vide le vetrate e si rese conto di essere caduto in un tranello. Infuriato provò quindi a scatenare una tempesta per far crollare la cattedrale, ma questa rimase in piedi. Se ne andò infine sconfitto, lasciando però un demone ad infestare i dintorni delle torri.

itinerario-monaco-frauenkirche
L’impronta del diavolo nella Frauenkirche
MARIENPLATZ

Riprendete ora la via principale, pochi passi e sarete in Marienplatz. Alla vostra sinistra, in stile neogotico il Neues Rathaus, il nuovo municipio. Sulla facciata il Glockenspiel, il famoso carillon che alle 11 e alle 12 si mette in movimento. Nel cortile scorci meravigliosi popolati da gargoyle e statue.

itinerario-monaco-neues-rathaus1
Cortile interno del Neues Rathaus

Di fronte a voi, con il tetto rosso a punta, la torre dell’Altes Rathaus, il vecchio municipio, oggi ospita il museo del giocattolo. Con 4€ potrete fare un tuffo nel passato tra trenini, bambole, robottini e una mostra dedicata alla mitica Barbie.

itinerario-monaco-altes-rathaus
Altes Rathaus, il vecchio municipio, oggi sede del museo del giocattolo

In un angolo, tra i due municipi, la bellissima Fischbrunner, la fontana del pesce.

itinerario-monaco-fischbrunner2
Fischbrunner, la fontana dei pescatori
PETERSKIRCHE

Sempre guardando il vecchio municipio prendete a destra della piazza. Troverete subito l’ingresso laterale della Peterskirche. Secondo me la meno bella delle chiese viste finora, ma nasconde anche questa una curiosa particolarità. In un altare della navata sinistra troverete la teca barocca che racchiude lo scheletro di Santa Mundizia, ricoperto interamente di gemme e pietre colorate. Particolare.

itinerario-monaco-peterskirche
Lo scheletro di Santa Mundizia ricoperto di gioielli nella Peterskirche

Uscite ora dall’altro lato della chiesa. Avrete a destra l’ingresso alla torre. La salita costa 2€, niente ascensori miei cari, solo decine e decine di scalini… ma come per il campanile di Giotto a Firenze, anche per questa fatica sarete ampiamente ricompensati. Una vista a 360° sulla città di Monaco di Baviera, proprio sopra Marienplatz.

itinerario-monaco-marienplatz1
Marienplatz dal campanile della Peterskirche
VIKTUALIENMARKT

Secondo i miei programmi la tappa successiva del nostro itinerario a piedi di Monaco di Baviera ci avrebbe portato nel vicino Viktualienmarkt, la famosa piazza del mercato in funzione ormai da oltre due secoli. Peccato però che fosse domenica, unico giorno di chiusura. Un valido motivo per progettare un ritorno nella capitale bavarese!

MUSEO DELLA BIRRA E DELL’OKTOBERFEST

Un altro motivo per tornare sarà il Bier und Oktoberfest Museum, anche questo chiuso la domenica, ed allestito nella casa più antica di Monaco di Baviera. Biglietto d’ingresso a 4 €.

HOFBRÄUHAUS

Se avete iniziato il vostro tour nel pomeriggio a questo punto tra varie soste shopping e momenti selfie, sarà quasi ora di cena. Dal Museo della Birra attraversate la Tal e infilatevi in Hochbruckenstrasse, poi all’incrocio prendete la via a sinistra, vi accorgerete di essere sul retro della famosa birreria HB, la più celebre della città.

Qui Hitler tenne uno dei suoi primi comizi, pochi anni dopo venne bombardata dagli inglesi e successivamente interamente ricostruita. Ad oggi il locale può ospitare 3000 coperti. Troverete folla ad ogni ora del giorno. Infilatevi tra le tavolate e cercate uno spazio per voi. Non fate i timidi! La normalità qui è sedersi anche con sconosciuti. Oltre a rinfrescarvi con un bel boccale di birra potrete anche cenare. Porzioni davvero abbondanti e segnalo la presenza nel menù di qualche piatto vegetariano. I prezzi si aggirano sui 15-20€ a persona per una cena.

itinerario-monaco-hb1
La famosa birreria Hofräuhaus
ALLIANZ ARENA

Se non vi interessa visitare l’interno dello stadio, ma non volete comunque rinunciare ad una fotografia, secondo me merita vederlo la sera tutto illuminato.

Da Marienplatz prendete la Metro (contrassegnata dal simbolo U) linea U6 BLU direzione Garching e scendete a Fröttimaning. Usciti dalla metro vedrete l’edificio e in 10 minuti a piedi sarete al suo cospetto.

itinerario-monaco-allianz-arena
Allianz Arena

Per il primo giorno credo che possa bastare. Riposatevi, perchè domani ci aspettano altre meraviglie, tra i parchi e i giardini di Monaco di Baviera.

Se hai trovato utile questo articolo, lascia un commento e condividilo!

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *